LA SFINGE DELL’ETÀ EVOLUTIVA

Le idee sbagliate non hanno età, per esempio quella di Psicologia dell’età evolutiva:
c’era già all’epoca di Sofocle, quella del bambino che gattona a quattro zampe, dell’adulto che cangura a due, del vecchio che zompa a quelle tre che l’evoluzione biologica non ha ancora selezionato.

Edipo ha perso un’occasione:
infatti avrebbe ugualmente vinto la sfinge se le avesse risposto che era veramente stupida a credere che l’uomo fosse ciò che lei pensava, evolutivo appunto.

Si tratta sempre della povertà categoriale del pensiero greco che concepiva solo l’essere e il divenire, senza avere avuto accesso alla categoria di accadere introdotta millenni dopo da Freud (Geschehen).

Il principio di realtà è il ri-accadere del primo e già maturo accadere, il principio di piacere o “pulsione”.

L’accadere è il bersaglio del trauma spirituale (detto anche “psichico”):
esso non colpisce l’evoluzione e produce patologia, non errori di sviluppo.

martedì 10 dicembre 2013

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.