ESSERE CIOÉ ISTINTO

Lo ha detto anche uno dei maggiori filosofi moderni, Spinoza, ossia che “Deus sive natura”:
ma lo aveva già detto il massimo teologo cattolico protomoderno, Francisco Suarez, gesuita, letto da Spinoza.

Faccio qui una delle mie regolari incursioni areligiose, a proposito della Teologia come Zoologia o Teozoologia, Teoria dello SS (Sommo Bestione).

Nella Teologia infatti “Dio” designa l’essere come quello che “è” e basta, cioè come istinto ossia non-pensiero:
se agisse
– e i predicati di “Dio” si sprecano, quelli islamici sono cento a partire dalla misericordia [1]
il suo sarebbe un agire istintivo, come essere che non pensa né pone la legge del proprio moto, un SS appunto.

Ho già dichiarato la mia stima, distinta dalla fede, per il Credo cattolico (Nicea 325), perché riunendo tre persone giuridiche (Padre-Gesù-Spirito) in una coerente co-interessenza attiva (“genitus”, “procedit”), li qualifica come distintamente e unitamente pensanti, Amici del Pensiero.

Chi l’avrebbe detto che fondando la “Società Amici del Pensiero” sono stato un trinitario?:
do ragione a tanti che non vogliono saperne di me.

_______________

[1] Ricordo una disputa incandescente con un “credente” che non  tollerava la mia distinzione ovvia, perfino pedante, tra amore e miseri-cordia come disposizione ai poveracci. L’amore, se fosse possibile, è solo tra ricchi, i poveri per definizione e olfatto non sono amabili.

lunedì 7 ottobre 2013

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.