IL CRIMINE DELLA LINEA RETTA

Il modello della linea retta ha trovato in Italia un esempio in Tex Willer, il segmento che unisce la pistola al bersaglio (sagoma, simile).

C’è chi lo applica anche alla vita sessuale (stupro, “fottere”, “scopare”), la cui vita retta e soddisfatta ha più  passaggi (non le infantili “coccole” che mi fanno traslocare di galassia).

C’è però un caso di linea retta che ha giustamente l’approvazione  generale, è la medicina, che agisce direttamente sul disturbo:
non si pensa mai che, vistosamente nel caso della chirurgia, essa produce lesioni (tagli, asportazioni) che sono sì autorizzate ma solo per un preciso rapporto mezzo-fine consentito solo a certe persone:
ritengo che l’agire medico sia un caso di depenalizzazione dell’atto diretto.

Come differenza, osservo che per definizione e tecnica la psicoanalisi non compie azioni terapeutiche dirette sul disturbo, – è in questo senso che non è affatto psicoterapia –, tanto che in un primo tempo era accusata di ciarlataneria (Kurpfurscherei):
un’accusa logicamente forte – che c’entra il chiacchierare col mangiare? – che vorrei vedere tornare seriamente:
gli avversari della psicoanalisi anziché brandirla ne sono terrorizzati, ma anche molti psicoanalisti, infatti perché non siamo dei ciarlatani? (pochi saprebbero rispondere, alcuni avvalorerebbero).

E gli Psicoterapeuti d’Albo, perché non sono dei ciarlatani protocollati?, formati da Scuole di Ciarlataneria?

martedì 16 luglio 2013

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.