FEDELTÀ

Di fedeltà o infedeltà ho parlato redentemente (vedi), ma lasciando ancora un sospeso.

Ho appena rintracciato un esempio di infedeltà in un film cult per me, Cani di paglia (StrawDogs) [1] del 1971 di Sam Peckinpah, protagonista Dustin Hoffman.

Non racconto il film, rammento soltanto che si tratta dell’avventura a finale sanguinario, in un paesino inglese, di un matematico con la moglie Amy, giovane e bella troia che non fa nulla per nasconderlo.

All’inizio del film il matematico, che è lì per scrivere un libro, ha coperto di formule matematiche una lavagna:
ebbene, passandole davanti Amy gliele sfregia con frivolezza, è un attentato al lavoro di lui, e il trattarsi di un atto frivolo è un’aggravante non un’attenuante.

Ecco l’infedeltà, l’attentato al business del partner, ed è solo in subordine che potrà configurarsi l’infedeltà sessuale.

Ricordo che quel film mi ricordò una frase orribile detta da una moglie al marito:
“Una donna, un uomo o lo fa o lo disfa!”

La fedeltà è all’alleanza.

_____________

[1] Malamente tradotto Cane di paglia.

venerdì 12 luglio 2013

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.