“I PADRONI DELLA POLITICA”. A CHE PUNTO SIAMO?

Leggo questo titolo nella prima pagina di un giornale, ma non ne vedo (di Padroni):
nel nostro paese anzitutto, ma non solo in Italia, in politica troviamo più impotenza che padroni:
i “Padroni” – non che siano mai stati un gran che – sono un’illusione.

Aggiungo solo la distinzione, a livello di Partiti, tra nullatenenti in materia di potere, e vandali del potere residuo (i tre poteri costituzionali), ossia la versione clastica anziché autoritaria dell’impotenza:
i Governi non stanno meglio.

Ed eccoci qua, quanto alla domanda:
“A che punto siamo?”

La via per cui ci sono arrivato non era indispensabile, e peraltro non rappresenta una cattiva notizia.

Dunque, a che punto siamo?

PS

Mi eserciterò in un’altra occasione a esplorare come risponderebbe un Marx intellettualmente redivivo.

mercoledì 15 maggio 2013

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.