PUERILITÀ POLITICA

I bambini non sono puerili come quelli che vediamo nelle pubblicità, linguisticamente fasulli e s-pensierati cioè de-pensierati, derubati del pensiero:
Freud ha trattato il bambino per quel che è, cioè serio.

L’altro ieri in treno ho sentito dei bambini parlare in quel modo, e ho commentato che erano già stati semirovinati:
da chi?, dagli adulti perché la puerilità, come ogni patologia strutturata e non più contingente, è solo adulta.

Poiché la TV è quello che è, capita spesso di assistere all’alternanza tra notizie politiche e pubblicità puerili:
tale contiguità mi fa spesso pensare e a volte constatare che non si tratta di contiguità ma di continuità.

mercoledì 3 aprile 2013

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.