NON SAPERE DIRE DI NO

Non equivale all’obbedienza, che un militare sa distinguere senza confusione, e che altri sanno distinguere dall’assenso diverso dall’obbedienza, e dalla non obiezione, come pure la non obiezione amorosa dall’indifferenza.

Sta alla base delle patologie, e anche di delitti.

Equivale al perdere la testa, come nell’innamoramento e in generale nella psicologia delle masse (debolmente chiamata “populismo”).

Non è un dato naturale (il bambino sa dire di no) ma un prodotto, quello ad opera di un inganno “amoroso” (l’unico trauma infantile) che rende mente-catto, privato di mente, ossia qualcosa di più grave di una tassazione iniqua.

mercoledì 9 gennaio 2013

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.