OBAMA AL 5%

Ho virtualmente votato ancora Obama, per Romney non avrei potuto farlo.

L’ho votato al 5% al massimo, di più sarebbe intrusione, indottrinamento, caserma.

La politica è il legame sociale tra gli uomini in quanto ad esso può provvedere soltanto ogni individuo (benché di solito male) e nessun altro (la Costituzione esiste per provvedere condizioni generali per il provvedere individuale [1]):
di questa politica una piccola parte (il 5% al massimo) è delegabile a certi Poteri tra i quali il Governo (diciamo, assai parzialmente, che lo smaltimento dei rifiuti urbani non può venire effettuato dagli individui).

L’abitare, cioè la politica, è affar mio quotidiano più che dei politici di professione, che sono politici al 5%.

Do ragione a Eliot quando caratterizzava la terra come waste land:
“terra disabitata” meglio che “terra desolata”, perché in maggioranza noi disabitiamo non abitiamo (e non anzitutto per colpa di cattive Istituzioni, come constato quotidianamente nel lavoro che faccio):
più che un abitato il  nostro è un disabitato, dove il prefisso dis è il medesimo di “dis-agio” o “dis-ease”.

É ciò che diceva Freud scrivendo Il disagio nella civiltà, il disabitare nell’abitare:
questo fatto è strettamente correlato con il disabitare nel corpo, che è disease o malattia senza lesioni organiche (proprio da qui Freud è partito).

Con una parola perfettamente freudiana, eccola la “dis-affezione” dalla politica, non quella dell’ossessiva querimonia del piagnisteo “politico”  quando l’affluenza alle urne cala.

Ho votato il 5% per affezione politica cioè al legame sociale di ognuno con tutti:
“tutti” significa senza limitazioni presupposte, anche se uno non conosce più di quattro persone.

La più nota disabitante di ogni tempo è Antigone, l’eroina della guerra civile non guerreggiata:
antigonismo come antagonismo di principio.

PS

Non ho fatto professione di liberalismo.

___________

[1] Sto per intraprendere a parlare del pensiero come esso stesso Costituzione.

giovedì 8 novembre 2012

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.