NEVROSI PSICOLOGA, O LA “SCIENZA” DEL PORCO

In fondo la nevrosi (che poi diventerà perversione) è psicologa, come la psicologia è nevrotica:
intendo la scissione del pensiero (individuale, che altro?) in partizioni, qui il pensiero psicologico lì il pensiero filosofico:
del resto è da questa scissione che è nata ufficialmente la Psicologia novecentesca, scassinatura del pensiero ottenuta con il piede di porco della “scientificità” (a sua volta ridotta a statistica), e s-porcando la stessa scienza.

É stata una ben sporca operazione quella di contrapporre la scienza al pensiero, alla competenza individuale nel e sul pensiero:
sottolineo “sporca”, ed è raro trovare chi non vi si sottometta.

La celebre “resistenza” in psicoanalisi – senza nessuno che le resista –, è a al pensiero unificato, il che significa autorevole:
la patogenesi esautora, de(a)bilita, fa abdicare.

Bella pretesa la psicoanalisi!, quella di curare King e Queen Lear.

mercoledì 14 novembre 2012

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.