VORREI AVERE, LEGGERE

Prima di proseguire l’articolo di ieri – Scienza? –, un intermezzo su Bucchi di oggi (giovedì) con la battuta:
– Io ho fede nell’esistenza dell’avere supremo [sott. mia]”.

Lui che è sempre up to date, questa volta secondo me no, perché c’è (finalmente) crisi dell’avere e non dell’essere:
oppure ha ragione solo perché pone anche l’avere nel credere (come l’essere), non nel sapere.

La povertà nell’avere è palese in libreria quanto all’avere intellettuale:
oggi devo comperare cento per avere uno.

PS

Che cosa me ne farei di un “Dio” che non legge libri, e in particolare i miei?

venerdì 9 marzo 2012

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.