GOLLUM A HALLOWEEN

La festa di Halloween andrebbe riformata, intagliando tante zucche illuminate quanti sono i tipi di Gollum (non molti), con le loro varianti.

Gollum è l’uomo dell’oggetto (opportunamente un anello), ossia l’uomo dell’amore dell’oggetto (“amorrre mio!”, “tesssoro mio!”), l’uomo patologico iniziante come nevrotico:
tutta la nosografia, ma anche la civiltà, è Gollum, con qualche eccezione.

Tolkien ha completato la storia della letteratura.

Nell’oggetto, Gollum non ama nessuno eccetto l’oggetto, appunto nessuno.

È l’uomo centrato sulla proprietà dell’oggetto.

L’oggetto-anello non si presta a elaborazione, è indistruttibile, meglio ancora è solo distruttibile.

C’è poi un’informazione supplementare, che Gollum ha tra i 570 e i 600 anni:
tanto ci vuole per la costruzione di una patologia, l’esposizione di un caso è un capitolo di storia, e non di storia famigliare.

martedì 6 dicembre 2011

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.