AMORE: DOMANDA AUT OFFERTA

In amore siamo sempre rimasti in un vecchio stato, e cattivo stato già chiamato “uomo vecchio”:
il disastro della civiltà è proprio l’amore, quello che si produce con l’umiliazione infantile (Omaggio a Steve Jobs, venerdì 7 ottobre).

Il disastro è consistito nel far passare l’amore a domanda (“bisogno di amore”), domanda presupposta alla natura umana, strappandolo all’offerta.

Ciò fatto, ecco poi l’amore come innamoramento e l’amore come dono (non incompatibile con l’avarizia).

Nell’offerta c’è interesse dell’offerente con profitto del destinatario, e questo è l’amore:
ripeto che “amore” è un’abbreviazione di “affari amorosi”, che non sono amorosi se non sono affari:
i sessi medesimi sono rieditati nella contingenza, liberi da indifferenza e obiezione.

L’amore è un artificio, arte, riguarda il moto del corpo ossia l’uomo come motricità-sensibilità- pensiero.

L’amore non è insensibile ai poveri e ai sofferenti ma non ne parte né li assume come oggetti, questo è sadismo camuffato come formazione reattiva:
il samaritanismo non ha a che vedere con il buon “buon samaritano”, che non va a caccia di malandati (meno ancora se è un medico).

Quanto ai doni, consiglio che quando se ne presenta l’occasione ai bambini si regali denaro: i bambini apprezzano perché è tolta la disparità adulto/bambino:
il buon esempio lo hanno dato i Re magi regalando a un neonato oro incenso e mirra. So di avere contro tutta la Psicologia.

venerdì 14 ottobre 2011

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.