L’ IDEA “ZITELLA”

É un buon esempio, popolarmente intelligibile, di Idea patogena come le Idee platoniche, virus della mente del grande hacker Platone.

“Zitella” è una parola che odiavo già nella mia infanzia, ma solo più tardi ho compreso perché:
significava una pura Idea prima della realtà, quella di donna trentenne né sposata né monaca, e neppure prostituta o comunque donna perduta, dunque “né carne né pesce”, insipida ma pronta a virare all’acidità.

Poi e solo poi inizia l’incarnazione reale, ma quella dell’Idea “Zitella”:
in altri termini, molte donne la hanno incarnata, ahiloro e ahinoi:
l’incarnazione riusciva, donde donne ideali e letali.

Ma queste Idee-virus, dove vanno a installarsi?:
ma certo, nel neurone!, nel neurone perché è ingenuo, ancora disponibile a farsi bere il … cervello!:
cioè a perdere la testa della distinzione tra A e non-A, tra piacere e dispiacere, cioè a perdere il principio di non contraddizione, principio del pensiero.

Prima o poi gli Ideologi delle neuroscienze (ma non le neuroscienze effettive) troveranno il neurone del principio di non contraddizione, geneticamente determinato, bravi!:
del resto è da qui che hanno iniziato.

mercoledì 29 giugno 2011

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.