IL PARTITO DI MÖBIUS

É il partito di cui ho detto ieri:
lo vorrei un partito nutrito ma tant’è.

Lo voleva già Freud introducendo la parola “Stamm” che significa ceppo o genìa ossia società (meglio evitare “razza”):
lo ho già documentato proponendo un passo di portata illimitata:
“Voglio mettere l’analisi al riparo dai medici e dai preti. Vorrei consegnarla a un ceppo che non esiste ancora, un ceppo di pastori d’anime laici [weltlich] che non hanno bisogno di essere medici e possono non essere preti” (lettera al Pastore O. Pfister del 25.11.1928).

(Notabene: questa frase non esclude neppure medici e preti).

E non ha cessato di volerlo anche quando, lasciato dai suoi (vedi Freud, l’ultimo dei freudiani? Un defensor iuris, sabato-domenica 14-15 maggio), ha proseguito da solo benché senza lasciare nessuno:
conosco pochissimi così poco divorzisti o scismatici o secessionisti nella testa.

É il partito di un lavoro di piazza, nessun argomento gli è estraneo come cerco di mostrare in questo Think! quotidiano da anni, che trascorre da un argomento a un altro, senza il sistema dentro / fuori o, che è lo stesso, senza divisione del campo in due.

Da circa un anno lo chiamo “Società Amici del Pensiero”, una mattoneria che non ha selezione ma solo autoselezione, aperta a tutti.

Pensiero ossia infinita superficie − superficialità fatta virtù −, non interiorità − profondità come vizio.

Con il pensiero come superficie non serve più l’imperativo della glasnost né di una Wikipedia carbonara, un pensiero senza ingenuità:
gli si oppone solo la paranoia, che ha l’ingenuità di credere che qualcosa si possa nascondere.

Con le mie solite battute teologiche:
come si è potuto credere che ci sia un Deus absconditus?, l’abusatissimo Isaia 45, 15.

PS

Poiché non mi astraggo mai dalla politica dimezzata di cui dicevo ieri, osservo che ci vuole “Mamma”, cioè l’“amore” come palude (“perdere la testa”), per subire a lungo un Berlusconi o i titoli tossici, perché è quella premessa generica che rende proni a credere qualsiasi cosa (non meraviglia che si sia parlato di “Partito dell’amore”):
la palude amorosa, sequestro, fa rinunciare al test di affidabilità (innocenza, consistenza), che è il vero test di realtà.

mercoledì 1 giugno 2011

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.