TRASPORTO AUT PIDOCCHI

A fronte dei pidocchi para-erotici pubblici rumorosi e fastidiosi di questo mese (scandalosi?, ma no!, magari!), il trasporto amoroso di Freud (così ho tradotto la sua Űbertragungsliebe) dovrebbe occupare le prime pagine dei giornali, non qualche paginetta dei nostri giornaletti psicoanalitici (“amore di ‘transfert’ ”, ridicolo!)

I pidocchi di cui dico sono quelli di un detto veronese della mia infanzia, “Soldi fa soldi e piocci  fa piocci [pidocchi]”:
se n’è accorta anche la Confindustria, che i pidocchi non fanno soldi.

In paragone, ho solo potuto dire bene di Caligola, Messalina (VI Satira di Giovenale), Poppea (non erano delle Orsoline):
Caligola, perlomeno, ci metteva panem et circenses, mentre invece qui niente panem, e circenses ridotti a fantasie autoerotiche di massa, peraltro dubitose perché forse non era vero niente!:
donde l’imbarazzo, o vero e allora dolo, o non vero e allora peggio.

Ne escono passabilmente solo le “ragazze” di turno, che hanno il merito di tenere botta con un onesto materialismo (soldi).

L’amore ha inizio dal vento nelle vele, e seguito nel prendere il vento:
scandaloso è questo amore.

L’amore, ho scritto, inizia dal primo bacio, uditivo, poi quodlibet senza condanna né censura, scandalo neppure parlarne.

venerdì 28 gennaio 2011

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.