LA “PSICOLOGIA” È UN VENTICELLO

Una Legge-truffa [1] come quella denunciata ieri (“La fuorilegge”) non sarebbe stata possibile senza il favore del venticello [2] della paroletta “Psicologia”, che da decenni ha preso il posto dell’abbandonata parola “piccoloborghese” [3].

Nel libretto rossiniano la paroletta della calunnia serve a non fare caso, a distrarre l’attenzione, del volgo come dell’inclita:

Nelle orecchie della gente / S’introduce destramente, /
E le teste ed i cervelli / Fa stordire e fa gonfiar.

Certo non manco di rispetto al fatto che nel ’900 sotto questa etichetta è anche stata fatta della buona ricerca, ma la stessa parola “etichetta” ha già troppo distratto.

Oggi sono favorevole alla caduta dell’etichetta grazie alle materialistiche Neuroscienze, malgrado la ripugnante ideologia psicologizzante che ad esse viene fatta mistificatoriamente risalire:
basterà poi il comune, istantaneo e facile lapsus a mostrare, senza complicazioni ermeneutiche, che le neuroscienze sono prive di potere predicativo sul pensiero;
come pure (da quanti anni lo dico?) sono favorevole a che ciò che in “Psicologia” è stato usurpato venga restituito, oltre che al pensiero, all’Economia:
ambedue sono autonomie individuali malgrado tutte le interpolazioni (anche la psicopatologia è Economia in quanto è dis-economia).

Infine, non è a caso che nella pagina di ieri è stato annunciata, come alternativa di civiltà, la filosofia di Freud (“Il laboratorio filosofico di Freud”):
come metafisica, in quanto lo è il pensiero stesso, incluse le sue patologie, e i suoi “peccati”.

Da un secolo “Psicologia” è il nome del nemico storico (prima ce n’erano altri) di questa metafisica, detta da Freud “metapsicologia” per non farsi confondere.

Obietto alla Storia della filosofia di non avere riservato la parola “Metafisica” al pensiero individuale, qualsiasi compreso il più lurido:
esiste anche filosofia e metafisica lurida.

Dicono che è finito il conflitto tra classi, ma non è finito il conflitto tra metafisiche, anzi tutto è fatto affinché non venga riconosciuto.

____________

[1] Il riferimento è alla “Legge truffa” del 1953 (punita dalle urne) che voleva modificare il sistema elettorale da proporzionale a maggioritario. La presente Legge truffa è molto peggio.
[2] Intendo proprio il venticello del Rossini di Il barbiere di Siviglia.
[3] La parola “Psicologia” trova giustificazione materialistica nel fatto che sotto il suo ombrello alcune decine di migliaia di persone, dette “Psicologi”, ottengono un salario, cioè la Psicologia riduce la disoccupazione. Quando si tratta di pane in tavola giustifico tutto (Tommaso d’Aquino era con me).

martedì 11 gennaio 2011

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.