I RICCHI NON DIVORZIANO

É vero:
ho raccolto questa frase da una seduta di ieri, iniziata con la frase “Perché non ho pensieri?”, eppure ne aveva appena avuto uno, e di vaglio.

É vero, i ricchi non divorziano, ma attenzione, è anche vero che i poveri sposano male, peggio “si” sposano, hanno già divorziato anche se poi non divorziano (sorte tradizionale):
in effetti quasi non conosco connubî riusciti, riusciti in partenza intendo.

Ma bisognerebbe dire meglio:
solo i ricchi sposano, infatti come potrebbero avere figli cioè eredi se fossero poveri?:
il proletariato non sposa.

Oggi ometto ogni cenno sulla cascata di correlati e conseguenze a ogni livello.

PS

Ho parlato della quarta delle illusioni di ieri:
io non ho conosciuto i miei genitori (salvo un po’ di archeologia), e i miei genitori non hanno conosciuto me (salvo un po’ di neologia),
e chi ha conosciuto sposo o sposa?, a parte quel po’ di “conoscenza biblica” (pregevole quando c’è).

giovedì 13 gennaio 2011

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.