I MIGLIORI 10 ANNI DELLA NOSTRA VITA

É un titolo incredibile di Repubblica, martedì 14 settembre:
ho letto l’articolo due volte per il sospetto, benevolo da parte mia, che il giornalista volesse provocare una sana ribellione del lettore
− sostenendo che questi ultimi dieci anni sono stati i migliori per tutti su scala planetaria, e che d’ora in poi potremo soltanto regredire −
invece intendeva proprio questo.

In esso la parola dominante è, come da anni, “sopravvivenza” (l’articolo ne elenca i parametri), che ho sempre sentito sinistra (a destra, a sinistra, al centro).

Gliene ho spontaneamente associato un altro di pochi giorni dopo, Mangereste le uova di questa gallina? (Il Sole 24ore) sulle condizioni di sopravvivenza delle galline, in chiave di etologia e neuroscienze che è la coppia che descrive la sopravvivenza, la medesima nei due articoli (e mille altri).

Nell’uno e nell’altro la differenza tra enti (ontologia) quali sono uomini e galline non ha rilevanza né pertinenza, solo che poi subentra la solita iniezione palliativa di “valori” e diritti umani.

Tra uomini e galline si tratta qui della medesima in-differenza ontologica che ho descritto tra cavalieri e ciliegie (Ciliegie, teste, perversione, venerdì 10 settembre), cioè della stessa frivolezza linguistica (la linguistica platonica parole-cose) che fa le teste dei primi come le seconde.

L’homo ethologicus e neurologicus non è poi così moderno:
è lo stesso uomo della Sfinge di Edipo re, sempre tra la nascita e la morte o anche tra morte iniziale e morte finale, con in mezzo la sopravvivenza, tra parentesi:
finirà male per la Sfinge ma anche per Edipo.

Stabilita la coppia moderna etologia-neuroscienze nell’orizzonte regressivo dell’antica ontologia, il campo per la perversione si è progressivamente perfezionato, plenitudo temporum:
tutto di “uomo” o pensiero è censurato, compreso l’onore.

martedì 21 settembre 2010

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.