PERVERSIONE: CONTRO-PENSIERO, NON CONTRO-NATURA

Precede l’articolo di ieri, “Materia: la materia prima detta ‘uomo’ ”.

C’è una meta-fisica contro:
non contro-natura ma contro-pensiero, perché metafisico è il pensiero come tale.

Non solo io non sono immorale, ma sono per una morale che tenga, cosa che non è mai esistita:
una morale dell’imputabilità, la quale − cosa mai pensata − non comporta affatto un Inferno penalistico, come il ridicolo Inferno splatter di Dante:
secondo me Dante si divertiva consciamente, tanto prendeva per il …

In tempi di pedofilia riconosciuta con sadismo meno riconosciuto, in casa cattolica (ne parlano tutti i giornali), traggo la mia certezza di ciò che ho appena detto (incompletezza della morale per non riconoscimento della fattispecie “perversione”) dalla storia:
per esempio la storia nota e documentatissima anche processualmente di Gilles de Rais (1404-40, compagno di battaglia di Giovanna d’Arco, “Barbablù”), reo di almeno due perversioni, sadismo e pedofilia seguite da decine di omicidi di bambini e adolescenti, forse duecento.

Ma non sto ricordando la poco edificante storia, bensì osservando (come ho già fatto tempo fa) la mancata fattispecie morale “perversione”, mancata all’epoca e così oggi.

L’unico a darle rilievo è stato Freud, e forse proprio per questo (è ciò che penso) abbandonato, anche dai seguaci:
passati dalla nevrosi (la completezza della psicopatologia, quella che interessava a Freud), alla psicosi che consiste nel non riconoscerla, con negazione della perversione che è la psicosi dei furbi.

La morale resta perversa (Kant).

La perversione non è contro-natura, è contro-pensiero, contro la materia prima detta “uomo”.

La perversione, lo ripeto, è il missionario della nevrosi.

La perversione è il massimo della secolarizzazione, che come noto è senza più clero ufficiale.

lunedì 8 marzo 2010

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.