APPUNTAMENTO O MONDO

Vale l’articolo di ieri.

Prendete carta e matita, e scrivete estensivamente tutta la casistica che vi sovviene del concetto di appuntamento, senza censurarvi nell’estensione:
se non siete completamente abbrutiti, troverete che essa almeno sembra non avere limiti, ossia, come scrivevo ieri, “appuntamento” è parola grave perché significa che non c’è atto in cui non ne va della pelle, anche per il meglio.

Poi ci sono i poveri, che tali sono perché non hanno la propria vita come regime di appuntamenti, cioè sono poveri proprio per questo:
la povertà psichica, o psicopatologia, è s-venire dall’appuntamento anche quando questo è possibile, anzi e proprio perché a portata di mano.

Definisco “Mondo” il regime contrario all’appuntamento.

lunedì 1 marzo 2010

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.