UN LASCITO DI CARLO DOVERI

[Giovedì 21 gennaio segna un anno dalla scomparsa di Carlo Doveri: nella trascrizione del suo intervento all’Università di Urbino il 3 dicembre 2007, “Riformare il pensiero lavorando con i bambini”, di prossima pubblicazione, spiccano queste frasi conclusive.]

Ho imparato con il tempo che può succedere di tutto, e che questo tutto è umano:
è umano, non inumano, che una madre riporti il figlio undicenne in Brasile collocandolo come femminiello in un bordello per omosessuali fino ai quattordici anni.

Umano non significa sano:
per umanità si fa del bene, per umanità si ammazza, per umanità poi si piange sul morto.

Per la salute-salvezza ci vuole pensiero:
ce n’è poco.

Io lavoro a questo, e vi auguro di farlo:
è un lavoro che può trasformare la rabbia sorda dell’impotenza sperimentata, che tende quantomeno al cinismo improduttivo, in qualcosa di nuovo:
nel nuovo nesso tra il sapere di chi non è nato ieri, e il domani del sapere che c’è nel passaggio al lavoro per il profitto.

[Carlo Doveri iniziava a lavorare come psicoanalista: quando ho iniziato io non avevo ancora questi pensieri. GBC]

Trascrizione di R. Colombo

Milano, 19 gennaio 2010

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.