“GIOVINEZZA, …

… primavera di bellezza”:
suggerisco di digitare l’onnisciente Google, si otterrà subito ogni informazione sulla prima versione di “Giovinezza” (allora si intitolava “Il commiato”, non a torto), e sulla sua successiva evoluzione fino alla fascistizzazione finale.

Più fatti mi invogliano a condensare l’attenzione su “Giovinezza”.

Nell’infanzia sono venuto a contatto con più canzoni, tra le quali “Giovinezza” e “Bandiera rossa”:
nella mia famiglia non apparivano orientamenti politici, ma a ciò ha sopperito la composizione di classe della mia società di allora (scuola, strada, chiesa …), prevalentemente popolare anche con cenni di “opposti estremismi”:
prima o poi vorrei commentare anche “Bandiera rossa” e perfino, arrivata per me più tardi, “L’Internazionale”, come pure certi canti di chiesa oggi dimenticati (penso a “Bianco padre”).

Nata come goliardico inno alla tipologia teorica detta “Giovinezza” (1909), poi rieditato come inno all’ “inutile strage” che è stata la Prima guerra mondiale (1917), ancora a distanza dal Fascismo (la Marcia su Roma è del 1922), il Fascismo l’ha poi fatta sua in nuova versione come “Inno trionfale del Partito Nazionale Fascista” fino a farla eseguire, nelle manifestazioni ufficiali, appena dopo la Marcia reale.

Procedo alla mia conclusione:
il Fascismo ha cavalcato non solo l’inno ma l’Oggetto/Obiezione “La Giovinezza” per la propria via, a partire dal nocciolo ideale indifferenziato dell’inizio che è, lui, il nocciolo grave:
non sto dicendo che la canzone iniziale (1909) era pre-fascista, ma peggio, che il fascismo ne ha colto meglio di altri l’essenza:
se negli anni tornasse in vigore la versione iniziale, “purificata” magari perfino dall’antifascismo, troverei in tanta “purezza” i peggiori auspici per noi.

………………………………….

(Mi scuso, la stanchezza per la giornata e l’ora tarda mi fanno desistere:
concluderò domani sulla “Giovinezza” come antica e moderna adol-essenza, Oggetto ostile per ogni età, come “La Bellezza”).

Milano, 08 ottobre 2009

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.