IL TRUISMO PIÙ CELEBRE: “QUESTO COSO NON È UNA PIPA”

Mi ricapita sotto mano il pieghevole di questa Biennale di Venezia, 53a Esposizione Internazionale d’Arte, giugno-novembre 2009, intitolato “Fare mondi”, che inizia:
“Un’opera d’arte […] rappresenta una visione del mondo […], un modo per fare un mondo”.

Non vedo proprio perché continuare a fare mondo, coatti che siamo!:
ci lamentiamo di come si fa politica o televisione?, (ma anche di come si fa l’amore), ossia siamo insoddisfatti?:
rispondo che si continua a fare mondo, e progressivamente il peggiore dei mondi possibili:
perché si fa mondo.

Ma non ricomincio con Leibniz e il suo contestatore Voltaire, e il Barocco il cui motto è “Non è vero niente!”:
il più rappresentativo dei barocchi, Calderòn (1600-81), diceva la verità sul fare mondo:
“Il gran teatro del mondo” (1633), “La vita è sogno” (1635), quel teatro e quella vita da cui il “sogno” notturno ci  sveglia (Freud non è barocco).

Sveglio è stato R. Magritte (1898-1967), massimo contestatore del “Non è vero niente” barocco per mezzo del più ovvio dei truismi, che egli ha insistito a dipingere più volte dal 1926 agli anni ’60:

090917th_gbc3
image-12253
infatti il disegno della pipa sullo sfondo di un irrelato cielo, o nel cielo di un irrelato sfondo, non è affatto una pipa:
poteva anche titolare “Barocco”:
è qui che Magritte è freudiano.

Magritte ha preso la strada più breve per costituire la pipa-pipa nell’atto del verbo:
fumare:
ci voleva proprio un ebreo (moderno) per de-ellenizzare nel verbo transitivo il logos di un altro ebreo (antico) che ritroviamo catturato nel  non-atto greco.

Il campo di applicazione del truismo di Magritte è illimitato, dalla pipa ai soggetti dell’arte sacra a “quello” della pornografia:
in cui, disegnato “quello”, il titolo dovrebbe essere:
“Questa ‘cosa’ non è una …”,
titolo intercambiabile con: “Mistica”:
chi avrebbe detto qual è l’essenza della Mistica?:
c’è chi l’ha portata in Cielo come la pipa di Magritte.

Non sono affatto un iconoclasta, e Magritte disegna benissimo la pipa:
il fatto è che dipinge benissimo anche lo sfondo-cielo, ma secondo un preciso (non-)rapporto, quello della proporzione:
pipa sta a cielo come cavolo sta a merenda.

Oggi l’Italia è ancora una volta il paese più progredito al mondo, perché non vi si fa altro che fare … mondo:
del resto è dall’Italia che è partito il Barocco.

Milano, 17 settembre 2009

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.