AMBIZIONE E PRETESA

Rendo omaggio telegrafico a una seduta di ieri:
la pretesa è nemica dell’ambizione.

Difendo l’ambizione contro l’insulto della pretesa,
o del presupposto, parola che uso da anni:
per tutti c’è un pre-, o un super-, o un epi- di troppo come un invasore,
che ci rende invasati, ipocritici, incapaci di resistenza.

Nella sua pretesa altezza è solo una bassa supposizione:
bassa perché produce miseria, che è l’unico significato di “basso”.

L’ultimo arrivato  – ben venga! – potrebbe essere sorpreso all’apprendere che sto parlando del “super-io”, lo handicap universale:
ieri oggi domani sempre in prima pagina per la miseria delle nazioni:
faccio dunque appello ai giornalisti.

Milano, 03 giugno 2009

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie