AUT PSICHE AUT PSICOLOGIA. VERITÀ-AMORE-SAPERE

Il delitto della Psicologia novecentesca, “scientifica”, è l’omicidio di Psiche (vedi l’articolo precedente):
si osserva che questa non si lascia uccidere facilmente, ma con una difesa che la fa sì pagare a tutti, però la  paga anche lei:
si trasforma in Furia, tutte e tre.

Il pensiero di ognuno di noi, in ambedue i sessi, è la coppia Amore e Psiche, il pensiero universalmente sano, competente:
l’inimicizia per il pensiero fa della seconda una Furia, del primo un idiota.

Almeno prevalentemente:
ma ci sono anche uomini-furie (come ci sono uomini isterici) e donna idiote:
infatti l’inimicizia per il pensiero non osserva la differenza sessuale, la quale è bersaglio tattico della strategia dell’insoddisfazione, che è fallimento del pensiero.

Nessuno aveva collegato, prima di Freud, i sessi con la verità:
non accetto più di discorrere di verità prescindendo da questo collegamento.

“Verità” designa la relazione, o legame sociale, di tre termini, verità-amore-sessi (differenza sessuale):
la caduta di uno trascina, come in cordata, la caduta degli altri due.

Avendone lasciato cadere uno, Platone ha perso il diritto a parlare degli altri due.

La relazione dei tre è sapere, pensiero che sa, pensiero:
i cui amici sono rarissimi, come gli amici di Psiche.

Milano, 23 aprile 2009

 

THINK!

Il contenuto è protetto!

Fino a nuovo avviso,

i testi proposti sul sito sono accessibili in sola lettura.

Grazie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Tutela della Privacy *

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.