LA LINEA ONNIPOTENTE DI TUTTE LE IMPOTENZE

Precedono gli articoli sulla Linea, compreso quello di ieri sulla Psicologia:
“Dalla linea del partito della linea”, giovedì 15 gennaio,
“Storia della linea, o la vecchia magia nero-ossessiva”, martedì 3 febbraio,
“Titolarità”, martedì 10 febbraio.

090211th_image
image-12852

É la linea a generare la distinzione dei due versanti, che dunque seguono e non precedono.

La linea fa di noi forzatamente gli impotenti di tutte le impotenze, anche patologiche.

E anche di quella derivante dalla violenza diretta, che non è tanto diretta:
questa è solo il prodotto finale dell’insinuarsi oleoso, oleamoroso, di quella iniziale.

Quella distinzione abolisce (divide et impera) la titolarità del proprio pensiero e delle proprie frasi, ossia la possibilità che le proprie parole siano “sì sì, no no”.

Freud è il Filosofo nuovo, quello della caduta della linea.

(segue).

Milano, 11 febbraio 2009

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.