DIKTAT DENTRO

Quanto vado dicendo da anni
– che “fantasma” è solo un nome di una Teoria presupposta che comanda duramente pensiero, parola, azione, e omissione, come un virus informatico, rendendo conforme a sè quella brava “Realtà” del nostro deplorevole e millantato realismo –
è già stato detto a chiare lettere, in questo caso da Dante, ma non c’è come esser chiari per non esser capiti:

[…]: “I’ mi son un che, quando
Amor mi spira, noto, e a quel modo
ch’e’ ditta dentro vo significando”
(Purgatorio 24, 52-54).

“Ditta” come Diktat:
ecco la coazione, poi e anche nevrotico-ossessiva, imposta dalla Teoria, qui la Teoria che detta la linea dell’amore (vedi ieri 3 febbraio, “Storia della linea”).

É noto che il precedente cui si rifà Dante per il Diktat amoroso, è quel Riccardo di San Vittore di cui ho scritto (“Il primo errore: il violento amore”, sabato-domenica 22-23 novembre 2008).

E nel verso precedente (51):
“Donne ch’avete intelletto [Teoria] d’amore”:
la Teoria viene canagliescamente attribuita alle donne (che poi, contro-canagliescamente, la cavalcheranno senza pietà):
questa canaglieria è contestata da Leopardi (“Non cape […] ugual concetto”, ne ho già scritto).

Attribuita alle donne “in cielo” (Magritte, vedi ieri), e al Cielo in quanto tale, non c’è scampo né salvezza per nessuno:
così che è legittimata la battuta di J. Lacan “Il desiderio dell’uomo [il paradiso, ndr] è l’inferno”.

Ho più volte correlato la Teoria dell’amore con la Teoria dell’istinto (pure dantesca ma anch’essa con precedenti), nel loro conformare a sé la Realtà come manicomio aperto.

A un pensiero così mal ridotto, servono Amici del pensiero, più e diversamente che sindacati agli operai.

Milano, 4 febbraio 2009

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.