SUPPLEMENTO: DA NATALE 2008 A UN NUOVO CAPO D’ANNO

Natale esiste – non Babbo natale – perché fa memoria:
Capodanno no, perché è solo una ricorrenza temporale senza capo né coda, né inizio né fine, proprio come la causalità naturale:
cui fa eccezione l’eccitamento, che da lungo tempo traduco “vocazione”.

Il Capodanno inserisce tra le convenzioni sociali la modalità della nevrosi ossessiva
– punteggiatura temporale o interlineazione spaziale insensate -,
che è il senza capo né coda ossessionante imposto al pensiero come legge del comportamento.

Ossia il senza inizio né fine imposto a quel pensiero che potrebbe (quando è quello che chiamo “pensiero di natura”) vivere quotidianamente di capo e coda:
1° eccitamento o vocazione, 2° atto, 3° materia prima, 2°’ atto di partner, 4° meta reale e conclusione logica:
3° e 2°’ si riprendono il posto patologicamente occupato dall’Oggetto, inibitore di 4° meta e di 2° atto.

Il pensiero amico e di cui essere Amici, è la rielaborazione dei quattro articoli della legge di moto già detta da Freud “pulsione” come un nome del pensiero.

Intendo però che questo inizio del 2009 sia il capo d’anno iniziale della “Società Amici del pensiero”,
preceduta dal testo “Agli Amici del pensiero” del luglio 2006, pubblicato nella terza Edizione di “Il pensiero di natura”.

In esso trovava già formulazione la Norma fondamentale di un legame sociale di portata universale:
a.  non di Secondo diritto, b.  non di gruppo.

Resterà da dire dell’“amore” o legame di gruppo, quello da cui quasi nessuno si è salvato:
li conto sulle dita di una mano.

Quest’ultima osservazione dice che è ancora quasi tutto da fare:
da fare?: da pensare, che è la cosa più pratica (morale) che esista.

La morale non è ancora quasi iniziata, essendo un fatto di pensiero.

Nessun riguardo preventivo per nessuna performance.

Milano, 24 dicembre 2008

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.