ALGEBRA EDIPICA

1° Nell’“Edipo” (normale), i termini sono tre, a, b, c;
2° Nell’anti-Edipo o distruzione dell’“Edipo” (patologica), i termini sono quattro, a, b, c, d, il terzo essendo la proliferazione neoplastica del secondo.

1° I tre sono:
un uomo, una donna, un figlio(-a) come erede dei primi, ambedue patres perché “padre” designa il concetto di fonte dell’eredità come possesso legittimo:
il padre è trascendente senza la solita canzone teo-filosofica.

2° I quattro sono:
un uomo ridicolo (“figura paterna”), una donna negata nello sdoppiamento canceroso, un fructus ventris senza padre.

Aveva ragione Medea:
donna sì, figli sì (Medea non è abortista né sterile), sdoppiamento di donna in madre no.

Secondo me sono gli uomini i massimi imputabili dello sdoppiamento:
poi le donne-madri, esponenziandosi, gliela fanno pagare esponenzialmente, e anche ai figli, che sopravvivono solo per pagarla a lungo, e ricominciare il ciclo.

Poscritto:
io amo le Badesse, da “Abate” ossia padre:
ho tre amiche nel genere (non specie), amiche ossia singolari perché non le chiamerei mai “Madre”.

Milano, 21 novembre 2008

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.