PICCOLOBORGHESE

É da tempo che desidero riprendere questa parola:
ce l’ho con i post-comunisti per averla fatta sparire, sotto il pretesto sociologico dei “ceti medi”:
hanno fatto sparire anche il nome di Marx (ricordo bene gli anni ’70).

Alcuni scarni appunti per avviare il pensiero anche di altri:
i piccoloborghesi sono quelli di Marx e Engels (“Il Manifesto”, III), destinati a trasformarsi poi in “sorveglianti e servitori” ossia a diventare delle condensazioni alto/basso, dei condòmini, nel cui condominio regnano democrazia e uguaglianza, naturalmente;
essi sono quelli che ridono a “La botola” e allo stesso tempo hanno la buona coscienza dei Diritti umani (“I Diritti umani e la fogna”, martedì 2 settembre);
condensano come classe (ma non è classe, è gruppo) invidia, sadismo, banalizzazione, formazione reattiva;
pensano i profumi come deodoranti:
anche una parte della pubblicità invita a questa confusione piccoloborghese e isterica a un tempo (i pubblicitari se ne intendono!);
e per finire la serie di appunti:
il piccoloborghese vive di gruppo, o “massa” (Freud), il che lo differenzia dal grande borghese,
ma soprattutto il pensiero-di-gruppo lo oppone al pensiero di sovranità, di cui è la negazione ostile:
il gruppo è ostilità all’universo.

La nostra epoca è la piccoloborghesia all’apogeo:
l’epoca di Marx non era ancora tanto … matura.

Ciò significa anche il progresso della psicopatologia come Cultura, come interiorità, come povertà.

Milano, 11 settembre 2008

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.