I DIECI COMANDAMENTI NUOVI

Da anni coltiviamo delle parole:
amore, imputabilità(-diritto), tecnica (Corso dello Studium Cartello 2007-08), sono tre parole che continuano con: economia, logica, verità, sapere …

La serie termina presto, salvo poi investire l’intero linguaggio, alias l’Universo.

Nessuna di queste parole va senza le altre:
ciò equivale a dire che le altre sono i fondamentali di ognuna.

Per fortuna, o grazia, “sesso” ne sta fuori (finalmente!).

Quante in tutto?:
abbondando senza avarizia linguistica
– al più avremo della ridondanza facilmente riconoscibile per logica -,
potremmo arrivare a dieci come quei celebri antichi Dieci:
ecco i nuovi press’a poco Dieci Comandamenti (ai quali abbiamo dedicato un anno del Corso).

Dunque dieci parole:
non importa definirle una per una, tanto meno imperativamente (anche un algoritmo è imperativo):
ognuna di esse è definita dal suo legame – legame sociale – con tutte le altre come i suoi fondamentali:
si tratta di una solidarietà (= “in solido”) consistente (= non contraddittoria), senza sistema né postulati:
qualcosa non va ogni volta che ne manca una all’appello, rottura della solidarietà, Patto o Alleanza.

Questi Comandamenti non li ha promulgati “Dio”, come nell’antica supposizione:
ma ciò è meglio per tutti, “Dio” compreso in quanto finalmente abbiamo dei Comandamenti che valgono anche per “Lui”, e per il suo stesso benessere nonché esistere:
cosa che riguarda anzitutto “Lui”, non noi.

Fino a oggi “Lo” si è pensato come Uno esente, immune da ciò che comanda come intrusivo ficcanaso tanto insopportabile quanto improbabile:
il che non solo non è dignitoso per “Lui”, ma lo condanna logicamente a una panteistica banale in-esistenza:
deus sive natura”, ma chi non si intende di questo linguaggio è giustificato a passare oltre:
invece, finalmente avremmo un “Dio” con una vita personale, ossia che si fa trattare con rispetto e non con sacralità ossia separatezza:
anche una fogna è separata, e il Superio è la fogna in excelsis.

Le grandi “Fedi”, o Religioni, sono prive di fede, perché prive del giudizio di affidabilità:
affidabile è chi abbia queste parole o Comandamenti come legge (di soddisfazione, di moto del corpo, di pensiero, di rapporto).

La Psicoanalisi (= Freud) afferisce a questi nuovi Dieci Comandamenti
– a Freud è bastato non ammettere la Teologia tra i fondamentali, e dunque neppure l’a-Teismo come una sua variante – :
Pax in terris anche con “Dio”.

Milano, 18 giugno 2008

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.