LA PERA DEL BENE E DEL MALE, O VIZIO E VIRTÙ DELLA BELABIOTTA *

Un po’ alla lontana, poniamo che G. Courbet (pittore “realista” francese,1819-77) abbia dipinto una grande pera,
– che in ogni caso sarebbe pur sempre una pera di Courbet! -:
però lui avrebbe potuto intitolarla, con lo stesso spirito di cui tra poco, “La pera del bene e del male”, su cui fior di spirituali avrebbero potuto esercitarsi a meditare sulle possibili varianti del peccato originale.

Ora, non risulta affatto che Courbet abbia dipinto pere:
però in un altro quadro ha offerto a generazioni dei medesimi spirituali una diversa occasione per meditare sul senso della vita, del tipo “chi siamo?, da dove veniamo?, dove andiamo?” e simili amenità:
si tratta di “L’origine del mondo” (1866) (Google vi darà tutto, generosamente e gratis), un’origine universalmente riconosciuta in quella che ogni milanese chiamerebbe univocamente – e non sono frivolo! – una “bēlabiotta”,
– ma in ogni caso pur sempre una biotta di Courbet! – :
che le ha dato un tale titolo metafisico,
e perché non “Il mistero della donna”, e perfino “dell’essere”?:
eppure, implicitamente è l’Artista stesso a suggerire “mannò! mannò!” proprio nel suo boom!, il big-bang delle origini!, cose da rotolarsi.

Nessuno può dubitare che Courbet sapesse quel che faceva, simultaneamente con l’intelletto della mano e con quello del titolo:
ecco uno che ha saputo sfottere il Mondo intero, in modo accostabile al “Don Giovanni” di Mozart – “Purché porti la gonnella” -, insomma la “cosa” delle Signore:
il mio rispettoso pensiero va con devota apprensione a tutte le Signore che si sono trovate così sistemate, dall’uomo, nel posto misterioso e originario della biotta o della gonna:
all’inizio c’è sorpresa (non gradita), ma poi?:
c’è qualcosa che non torna, e infatti poi la Signora non torna, insomma cominciata male non finisce bene.

Courbet, “realista” lo è, in questo quadro, doppiamente, anzi s-doppiamente:
per avere dato, fino al sarcasmo, 1° realtà d’immagine alla 2° realtà del “fantasma” che poi è una Teoria antecedente a ogni realtà e indipendente da essa, la Teoria della Donna come origine.

Strano che si fatichi a cogliere questa Teoria, purissima solo nella sua astrattezza anzitutto dalle donne, essendo una Teoria che circola ovunque, certo nelle masse ma anche nell’inclita, come quella Teoria unica che classifica le donne distinguendole tra la madre e tutte le altre (talvolta classificate come p… ma non necessariamente, basta che siano “altre”):
in fondo ma neppure tanto in fondo (Courbet era colto), abbiamo qui la distinzione neoplatonica dell’unica Venere (donna, e per definizione biotta) in due Veneri, quella Volgare o terrena (qui la bēlabiotta dell’immagine), e quella Urania o celeste (qui il titolo del quadro):
la prima versione della Teoria è anche detta “concupiscenza”, cioè la credenza in una causalità naturale del desiderio;
la seconda versione della Teoria è soltanto un’altra versione della medesima, e non meno astratta della prima:
vizio e virtù, eccoli qua, due versioni del fantasma, immoralità di questa morale (qualcuno ne ha mai conosciuto un’altra?)

Courbet mostra di sapere che cosa è la pornografia, non per avere disegnato una ragazza nuda sesso compreso, ma per averne diviso via il viso:
suggerisco di pensarci bene.

Courbet ha parlato alla fede:
la fede nell’… origine del mondo!:
quasi tutti i miscredenti la credono, uguali in questo a quasi tutti i credenti.

Sono uno psicoanalista perché in ciò sono assolutamente miscredente.

Ometto cento commenti salvo uno, su quei peli pubici che sono una vera foresta… vergine.

___________

* Questo articolo sviluppa una seduta recente, che a sua volta prendeva occasione dalla recensione recente di un libro altrettanto recente sulla bizzarra origine courbettiana del mondo.

Milano, 16 giugno 2008

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.