IL NAVIGATORE SATELLITARE, O L’OGGETTO-GUIDA (FŰHRER)

La tecnologia ci viene in soccorso:
tutti sanno, pressapoco, che cos’è il navigatore satellitare, e molti lo hanno sensibilmente e utilmente in automobile:
gli si domanda la strada (freccia verso l’alto, poco importa qui che i satelliti siano ventisette, ventiquattro più tre), e lui risponde celestialmente anche accompagnando per tutto il percorso (freccia verso il basso):
guida non solo l’azione ma anche il pensiero (orientamento, è una bussola dinamica):
nessuno avrà obiezioni se chiamo Oggetto il satellite (il sistema dei satelliti).

L’analogia con l’Oggetto, o Istituzione dell’Oggetto, di cui ho appena scritto è troppo stretta per non avvalermene (Istituzioni del pensiero, Rivista dello Studium Cartello, N. 1 febbraio 2008, schema p. 7, www.studiumcartello.it ):

080327th_image
image-13829

Gli Oggetti di cui ho parlato sono come il satellite:
se ne differenziano “semplicemente” perché questo esiste (una complessa ma indiscutibile esistenza), mentre quelli (Ideali, Teorie, Comandi) non esistono:
diversi sono poi i modi di non-esistenza, di cui i Filosofi vanno letteralmente … pazzi:
ma non è perché non esistono che … non ek-sistono (questa scrittura è di J. Lacan) duramente:
chiamiamoli “fantasmi”, dando però colore a questa pallida parola dell’uso psicoanalitico.

A proposito di Filosofi, si veda anzitutto A. Meinong, “La teoria dell’oggetto” (“ciò che è indifferente all’esistenza”):
ma la Teoria dell’Oggetto non è all’altezza, io penso, di riconoscere l’Oggetto come Teoria, come anima delle Teorie:
in paragone l’anima platonica aveva ancora i calzoni corti, privi del clergyman Teo-tecno-logico:
l’anima platonica nasceva come Obiezione al corpo, con l’accusa infamante di esserne la prigione:
davanti al Tribunale Freud io celebro un processo per diffamazione.

Uno, nessuno, cento Oggetti:
il caso “nessuno” è l’Oggetto-obiezione comune a tutti gli Oggetti, e di cui tutti sono gli avatara:
sono tutti Oggetti di Fede pura, pura come la “Ragion pura” kantiana.

Vita quotidiana, Politica, Cultura che ne è parte, vanno largamente a satellitare oggettivo, fantas(ma)tico:
nel ’68 non si sapeva cosa si diceva con lo slogan “La fantasia al potere”.

La ricerca tecnologica tende a satellitari tecnologici al limite del satellitare oggettivo, per realizzare all’infinito un GPS, Global Positioning System, davvero globale.

Milano, 27 marzo 2008

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.