UN ANNO DOPO …

Quasi tutti i matrimoni prevedono la presenza degli amici degli sposi.

Almeno alcuni di loro si chiedono se questi si amano.

Due sono i casi, basta aspettare un anno:

1° dopo un anno gli amici assisteranno sbalorditi al fatto che i due si detestano in tutte le variabili del caso:
i meno sagaci si diranno: “Ma come!, erano così innamorati!”:
appunto!

2° dopo un anno gli amici osserveranno:
che i due sono diventati più belli, più intelligenti, più pacifici, più  ricchi eccetera:
e allora concluderanno, correttamente, che si amavano.

L’amore è un dato di osservazione.

Ci sarebbe anche un terzo caso, molto comune, quello in cui i due si sopportano:
ma anche questo è un dato di osservazione, che rientra come variante del primo caso.

L’importante è che “amore” abbia o no significato.

L’amore è fare posto all’altro, affinché sia attivamente occupato:
dico posto, non donativi quantunque benvenuti contingentemente:
non è il dono il segno dell’amore.

Fare posto è il caso della psicoanalisi:
è lo psicoanalista a fare posto per primo (lo chiamiamo tecnica psicoanalitica).

La guarigione è che il “paziente” passi a fare posto anche lui, cosa non assicurata in partenza:
in partenza isteria, ossessione, non lo fanno, seguite dai loro succedanei (psicosi, perversione).

Milano, 20 dicembre 2007

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.