SOGNO E STOMACO

Sabato domenica 24-25 novembre 2007
in anno 151 post Freud natum

 

Lettura di:

S. Freud
Qualsiasi pagina sul sogno
OSF

Scrive G. Flaubert (1821-1880) nel “Dizionario delle idee comuni” che consiglio a tutti come livre de chevet:

Incubo [intende sogno, ndr]:
viene dallo stomaco”.

Quando qualcuno sa dire una cosa tanto intenzionalmente e provocatoriamente idiota facendosi prendere sul serio, merita il primo posto in una biblioteca d’eccellenza.

Così facendo ha inventato un test che umilia tutti i test finora prodotti (psicologici, per gli esami universitari, per i concorsi anche di Rambo, eccetera).

Freud ha soltanto osservato, umiliando i millenni, che il sogno – che non è affatto un “sogno”, ha precisato – è semplicemente un caso si pensiero:
che come tale va trattato, come pensiero ossia logicamente.

La viltà intellettuale del Novecento sta nel non avergli rivolto obiezioni logiche:
“La Logica”, ufficialmente presumentesi tale, non è stata all’altezza del suo nome presunto da millenni:
Aristotele ha il nostro rispetto, ma non è il nostro Filosofo, così come non è Virgilio il nostro accompagnatore.

Milano, 24-25 novembre 2007

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.