FIORI, GATTI, STELLE

Ammetto senza difficoltà la creazione, e non vedo perché no:
ovvero: regno vegetale, regno animale, regno minerale (con esplosioni nucleari, banalità fisica tra mille altre).

Il regno umano non è creazione:
ecco ciò in cui sono freudiano.

Anni fa una mia “amica” molto spirituale-cristiana, a cena con altri mi ha obiettato il mio caro gatto di casa:
le ho risposto che io amavo Dio più di lei:
lei lo amava solo nel regno vegetale (fiori), mentre io lo amavo anche nel regno animale (gatti):
non mi è diventata più amica:
in breve, le avevo fatto una diagnosi di zoofobia, e la cosa non le è piaciuta, credente o non credente.

I tre regni, che senso hanno se lo hanno? (risparmio citazioni di Leopardi):
è quello che il mio terrazzo conferisce loro quando ricevo degli amici:
lì i fiori, qui il gatto, “lassù” le galassie, se la serata è tersa.

La creazione non ha altro senso che questo:
quello che deriva dal mio terrazzo.

Ossia è l’uomo a conferire senso alla natura, non la natura a conferire senso all’uomo:
in fondo, non si discute d’altro da millenni.

Milano, 28 novembre 2007

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.