FACCI SOGNARE PADRONE!

“Facci sognare!”:
che idea balorda di politica!, e di vita personale.

Peggio che balorda, barocca:
perché, come dico da tempo, “barocco” significa:
non è vero niente!

Il più barocco dei barocchi è stato Calderon de la Barca, che ha scritto uno dei drammi più noti al mondo, “La vita è sogno”, per sostenere – individualmente, politicamente, teologicamente – che non è vero niente!:
ossia l’idea tradizionale, non freudiana, di “sogno”:
Calderon è stato il massimo cronachista della sua epoca, ha segnato il goal del nichilismo.

Appunto, non il sogno freudiano (che è il nostro di tutti) che non è affatto un “sogno” come Freud ha tenuto a precisare pur avendo conservato la parola.

La distinzione è specialmente marcata in quel “Facci!”:
infatti i nostri sogni nel sonno sono interamente opera nostra, pensiero in atto in ordine a una meta:
nessuno ci “fa” sognare, mentre “facci” sognare è andare in cerca di un padrone.

Nel “Facci!” si domanda qualcuno che semini Oggetti come i Doni di Pandora:
almeno si domandassero panem et circenses!

I grandi Capi del Novecento hanno fatto sognare molto, anzi è questa la funzione del Capo nella psicologia delle masse.

La freudiana “Psicologia delle masse” andrebbe scritta una seconda volta, non per correggerla neppure in una virgola, ma per aggiornarla: perché oggi la psicologia delle masse ha fatto… progresso, non per la felicità delle masse.

“Psicologia delle masse” di Freud dovrebbe diventare un testo-base di una nuova cultura politica.

Che idea balorda quella di “sinistra” pronta a diventare di “destra” (caso di Mussolini), ma conservando Ideali di “sinistra” se non “rivoluzionari”.

Una modesta consolazione mi viene dal sapere che Marx e Lenin non erano di “sinistra”.

Ricordiamo che Mussolini ha cominciato da leninista:
infatti una canzone di era fascista diceva:
“Lo dico anch’io / che ho sbagliato / quand’ho gridato / viva Lenìn!”.

Sarebbe bene ri-pensare da-capo, non dal Capo o dall’Oggetto.

Milano, 24 ottobre 2007

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.