IL SACCO O CAPOLINEA, E LA FINE DELL’ANALISI

Una persona che frequenta il mio divano da non breve tempo, mi ha posto la legittima questione della conclusione della sua analisi (o meglio credeva di pormela):
lo ha fatto dicendomi che gli pareva proprio di avere “vuotato il sacco” (una metafora già criticata da J. Lacan).

Gli ho risposto che ancora non c’eravamo, e proprio per il fatto di avere in mente una tale metafora finitista, o ragionierista.

Mi ha dato retta, pur sembrandogli oscura la mia risposta, e non mancando di obiettare che se l’analisi non può essere finita, allora è infinita (questione già freudiana).

Tempo dopo ci è tornato sopra, col dirmi che ormai era al “capolinea”.

Gli ho fatto osservare che le due metafore, sacco e capolinea, si equivalgono.

E che ambedue equivalgono al suo permanente dichiararsi uno che lavora per “obiettivi”, i quali appunto hanno un “capolinea” (rammento che di questi tempi sto insistendo sul tema dell’Oggetto-oggettivo-obiettivo-oggettualità).

Ho poi domandato, già certo della sua risposta al ribasso, se guardasse dei film e soprattutto se leggesse dei libri (non solo romanzi ma in generale tutte quelle letture che non si fanno per obiettivi o utilità).

E ho aggiunto che l’esempio della lettura è la soluzione alle sue irrisolte metafore da me giudicate patologiche, e per l’appunto da risolvere per considerare conclusa l’analisi.

E infine, che la sua analisi sarebbe stata conclusa quando egli fosse diventato un lettore, ossia qualcuno che non ha più l’alternativa tra serie finita e serie infinita, tra finito e infinito.

É l’amore:
non c’è amore finito e amore infinito (“umano” e “divino”).

Milano, 18 settembre 2007

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.