NON NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO

Domenica 14 gennaio 2007
in anno 150 post Freud natum

 

Lettura di:

S. Freud, Il disagio della civiltà, OSF 10

Predica

Non nominare il nome di Dio invano

“Verrebbe voglia di mescolarsi alle schiere dei credenti [quelle della Vienna cattolica degli anni ’20 del secolo scorso, NdR] per rivolgere, ai Filosofi che credono di salvare il Dio della religione sostituendolo con un principio impersonale, oscuro e astratto, il monito ‘ Non nominare il nome di Dio invano! ’ ”

Greci & Associati.

Ma non preoccupiamoci!, continueremo cretinizzati per i prossimi millenni: la nostra angoscia è sedata e, al contempo, assicurata.

Poi c’è chi lamenta che le analisi sono lunghe: ma non sono lunghe, esse combattono un’impari battaglia contro il lunghissimo cattivo infinito, l’infinito cattivo (che è quello della psicopatologia).

“Taglia!”, si dice popolarmente, o anche: “Che cretino sono stato!”: una verità che il “pensiero critico” ha sempre rifiutato, in nome dell’“autocritica”, comunista o no, facendosi acritico o ipocrita.

Milano, 14 gennaio 2007

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.