L’AMORE PER BUSH E LA FILOSOFIA

Tutti amano Bush, anche i suoi nemici più accaniti.

Lo amiamo perché ci ha dato la guerra, e noi andiamo pazzi per la guerra (lo annotava già Dostoevskij), anche solo nel suo spettacolo, nel darci argomenti di cui discorrere, nel farci sentire intelligenti all’opposizione: ma diciamolo!, anche nel far colare il sangue compreso il nostro (quando facciamo colare il nostro, lo chiamiamo “amore”).

La critica che pratichiamo da secoli è impotente perché è priva di critica, ipocritica, ipocrita.

Nessuno ama Bush più di chi ha scritto “La verità è nel dolore”, ossia una diffusissima Teoria sadomasochista che passa per sapiente, intelligente, spirituale (nella quale si è cercato di arruolare perfino Giobbe).

Se esistesse una Modernità (vedi articolo precedente, 17 gennaio), questa Teoria figurerebbe nel Tunnel dell’orrore di Disneyland: anzi – che idea! – tale Tunnel potrebbe modernizzarsi come il defilè delle Teorie che ci inquinano, inaugurando così una nuova ecologia.

La psicoanalisi, nel Pensiero di natura, è il Manifesto della nuova Ecologia.

Secondo la nostra Idea di una Università, una tale Ecologia della mente (inventata da Freud non da Bateson) sarebbe il nuovo metodo di insegnamento della storia della Filosofia, che è poi una storia della Psicologia (l’Ontologia è solo una Psicologia mascherata);
e d’altra parte la Psicologia odierna è Filosofia con altri mezzi (sto dando soluzione a uno dei principali e cupi pasticci della storia del pensiero).

Nella patologia circa dolore e morte, il nostro è il mondo dell’interclassismo e della coincidentia oppositorum che si fanno la guerra.

Tra tutti coloro che hanno fatto un’analisi, o almeno letto Freud (“Il problema economico del masochismo” per esempio, o “Lutto e melanconia”), quanti hanno acquisito questa facoltà critica?, ossia uno spunto di Modernità.

Milano, 18 gennaio 2007

 

THINK!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Potrai ricevere ogni mattina il Think! del giorno.
Potrai gestire la tua iscrizione in modo autonomo e, se vuoi, cancellarti in qualsiasi momento.

Riceverai ogni mattina l'ultimo articolo pubblicato!
Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.