DAVIDE E GOLIA: REVISIONE DEL “POTERE”

Le idee sul potere vanno completamente riviste (vedi già l’articolo precedente).

Inizio con un breve cenno: una rivisitazione dell’esegesi corrente su Davide e Golia (Samuele I, 17).

L’esegesi predicatorio-ideologica tradizionale – un piccolo e quasi inerme Davide, un grande (più che altro grosso, big non great) e armatissimo Golia – è comicamente falsa: ma che cosa ci hanno insegnato?!

É proprio vero, come dice un Salmo, che gli occhi (e gli orecchi) ci servono a poco, in particolare a leggere i testi.

Dal testo si evince facilmente che Golia è spacciato in partenza, e che è anche un po’ scemo a non rendersene conto, mentre Davide se ne rende conto, lo sa e lo dice: che non solo vincerà, ma anche senza correre il minimo rischio.

La descrizione biblica delle forze in campo è sufficiente:
– Golia, gravato da un armamento pesante – armatura su tutto il corpo, spada solo per il corpo-a-corpo, lancia necessariamente di corta gittata, scudo -, non può andare lontano, tutt’al più si può difendere dai colpi (ma nel racconto viene abbattuto fin dal primo),
– invece Davide – che rifiuta subito l’armatura pesante offertagli da Saul perché ingombrante – può permettersi di combattere restando sempre fuori portata, e lanciare i suoi proiettili (delle grosse pietre) tante volte quante vuole (anche se poi gliene basta una).

Povero Golia!

Su “grande” e “piccolo”, superiore e inferiore, sopra e sotto, siamo sempre stati ingannati: poi ci siamo fatti ingannatori a nostra volta, incatenati e catena in successione (è una definizione di “superio”).

Ritengo, nella mia esegesi lacaniana, che J. Lacan fosse non poco ironico nel suo fraseggiare a grand (Autre) e petit (a).

Ancora ancora un great God: ma un big God! (chi ha mai fatto questa distinzione nei secoli a proposito del predicato “grande”?)

Milano, 14 dicembre 2006

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.