LEOPARDI FILOSOFO CON FREUD

Leopardi protesta contro l’insinuazione che la sua filosofia derivasse dalle sue sventure (in: “Lettere di Giacomo Leopardi”, Mondadori, Milano 2006, a cura di Rolando Damiani, citazione fornitami da Maria Gabriella Pediconi):
“É soltanto per effetto della viltà degli uomini (i quali hanno bisogno di essere persuasi del valore dell’esistenza) che si sono volute considerare le mie opinioni filosofiche come il risultato delle mie sofferenze personali e che ci si ostina ad attribuire alle mie circostanze materiali quello che si deve unicamente al mio intelletto. Prima di morire voglio protestare contro questa invenzione della debolezza e della volgarità e pregare i miei lettori di dedicarsi a demolire le mie osservazioni e i miei ragionamenti piuttosto che ad accusare le mie malattie”.

Anche la prosa è freudiana.

Egli rincara, un anno prima di morire, nella risposta a un giovane ammiratore francese, Charles Lebréton, in cui si schermisce dal titolo di poeta:
“Se cercassi un qualche consenso, il suo, signore, non mi sarebbe affatto indifferente; i poeti scrivono proprio per anime come la sua, per cuori teneri e sensibili come quello che ha dettato la sua lettera così amabile e che anch’io, se solo fossi stato poeta, avrei potuto scrivere”.

Come l’avrà presa il giovane ammiratore? Si potrebbe scriverne un romanzo – a varianti – migliore di tante robacce ripetitive.

Leopardi non si è fatto tentare dalla Teoria altrui, quella che vorrebbe il suo pensiero come effetto di causa. E’ in questo che è freudiano.

Ricordando un mio articolo appena precedente, osservo che anche lui segue Giobbe, il cui pensiero non è effetto di causa.

Un libro recente titola: “Leopardi, eremita dell’Appennino”.

Milano, 1 novembre 2006

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.