SESSO PRECETTATO

L’intera storia morale dell’umanità ha precettato il sesso, come nel servizio militare:

1. o precettato nell’“istinto” – che non esiste – in quanto legge naturale come fonte di dovere.
Ne sono venute le morali più diverse e storicamente contrapposte: – quella del “debito coniugale” ovviamente eterosessuale e in sede di legittimità famigliare, – quella omosessuale della varietà di istinti tutti legittimi, – quella sadiana del “diritto al godimento”, – quella nazista del debito eugenetico.
Capisco i disorientati, o “perplessi”;
2. o precettato nella morale in quanto l’istinto è posto sub iudice o sotto esame di un test superiore, come quello dell’“amore” che nella sua superiorità legittima l’istinto subordinandolo.

Ricordo ancora con orrore una frase udita in giovanissima età: “Bisogna proprio amare un uomo per permettergli di fare certe cose!”

L’amore precettatore non è molto affidabile, né amoroso.

Mos cura te ipsum.

27 settembre 2006

 

Su questo sito molte funzionalità sono rese possibili dall’uso di cookie (tecnici o di terze parti) che vengono installati nel Suo dispositivo.
Per l’uso dei cookie di terze parti abbiamo bisogno del Suo consenso: per sapere quali usiamo e come gestirli può leggere la nostra COOKIE POLICY e decidere liberamente quali attivare o come bloccarli; in questo caso alcune funzionalità potrebbero non essere più disponibili.