MATERIE

Nella “pulsione” o legge di moto dei corpi ho proposto – come salute o guarigione del pensiero – di sostituire la materia all’oggetto – contro il quale il moto si arresta, oggetto-obiezione -, cioè il lavoro (produttivo).

Riprendendo l’articolo dell’altroieri Leggere e studiare, osservo che è sempre stata una buona idea quella di chiamare “materie” le discipline scolastiche:

ma la Scuola non ha mai saputo essere materialistica, cioè per il passaggio di lavoro dalla materia alla materia prima:
cosa che accade normalmente nella lettura.

Tempo fa ho commentato la Maddalena che legge di Van der Weyden.

martedì 14 novembre 2017


Accedi alle statistiche

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi