LA STUPIDITÀ COME PATOLOGIA

Prima di tornare su Barcellona-Guernica (vedi ieri), una parola sul mio percorso.

La mia iniziale formazione medica mi è servita, come già a Freud, a cogliere la psicopatologia (nevrosi anzitutto) come patologia, precisa e formale, non come vago disagio o malessere esistenziale.

Solo più avanti ho incontrato il concetto di “stupidità nevrotica”, ossia di un vulnus del pensiero contestuale alla patologia (Kraepelin usava la parola “dementia):
esso designa la via per potere pensare sia la guarigione sia la politica.

venerdì 13 ottobre 2017


Accedi alle statistiche

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi