“AMORE”: O RAPA O DIRITTO

Da giorni insisto sulla rapa dell’amore, e sempre sulla rapa del pensiero  (l’antico epiteto “testa di rapa!” non era sciocco).

Parlo di un ordine del pensiero fondato sull’imputabilità premiale, in cui l’autonomo atto produttivo di uno genera condizioni di favore per altri, il che ne fa(rebbe) dei partner.

Il principio dell’amore è giuridico, si tratta di una legge, il che è negato da millenni.

lunedì 27 marzo 2017


Accedi alle statistiche

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi